Tag

, , ,

Saliva celeste in ogni suo verso,
come su un ramo che vuole sbocciare,
nel mare purpureo di questo ricordo
una stanza speciale, chiamata silenzio,
che dava le spalle al fascio di luce-
entrava chiunque, uno alla volta,
chi aveva bisogno prendeva del cibo

allungando la vita di un seme dormiente

poco lontano, appena discosta

una donna minuscola come un respiro
sfilava dal sesso del proprio compagno
il filo invisibile di una promessa-
saliva celeste, posandola piano,

sul bianco lucente di una parola,

così tanto profonda da poterla tacere.

 

 

M. Chagall, La Creazione

Annunci