Mi hai lasciato con i passi di chi è arrivato a casa
per le ultime nozze giunte al principio.


Tu sei un luogo, ora, padre.


Il grappolo d’oro è di nuovo un vigneto
e il tratto quasi cieco intorno al bianco
fa memoria della tua luce.


Anche oggi nevica dai pettazzurri
e il lieve ricamo che trema sulle preghiere
offre il tuo sguardo, io credo,
il dono del riso dei nostri angeli
con le ali piegate verso la terra.