Tag

,

La morte si vive se come un sole
si porta nel più profondo di sé
lo strazio immenso, la stessa madre
quando si apre nel mattutino
perdendo il suo sangue meraviglioso.

L’ osso fedele è il chiaro del bosco
nella foresta che adesso riposa.
Tu veglia il suo corpo e l’orecchiodebole
con la tua voce sussurrerà
dove è il principio dell’arcobaleno.

Tutti i bambini sanno il mistero
dell’angelo che, prima di nascere,
ponendo un dito sopra la bocca
imprime il ricordo di un nome solo,
un piccolo seme, tra il naso e le labbra.

Se sfiori il contorno della fossetta
c’è un puntosplendenza delle sue ali;
lui ti confida che un tempo toccò
la fiamma, i suoi bordi, per poi gettarsi
con tutto il corpo nel fiore dei cari
nell’identico istante dell’ultima foglia
dell’ultimo albero
__________________al grandeposto.

Versando alla terra lacrime folli
saremo le spose del loro sorriso,
la spugna in ascolto che lascia passare
fra i vuoti amati tutta la luce.

Amina Narimi