Stringevo fra le mani due fascine,
camminando lungo i vicoli del legno,
con un solo e lento chiaro dentro gli occhi.
Di quel gesto impercettibile ricordo
che rese la distanza incalcolabile.
Ora è il nostro bisso che confonde
le radici con le mani sopra i fianchi
recitando ad ogni albero un perdono

per il fuoco nella casa benedetta
per il buco di calore dove siamo
con le gambe a penzoloni nella gioia.

due fascine

 

Annunci