Tag

, , , ,

Due lunghe strade due figure nell’erba
mi accuccio
dove non sono mai stata
 
c’è una donna che sbatte la luce dentro un mortaio…
al tramonto dell’anno la posso vedere-
dall’altra parte del mondo
 
implorando la durata della notte
che s’allarga nera sopra i fogli
tanto più potentemente nuda
 
come la più lontana delle stelle,
poggiando sui talloni
quel che aveva nello sguardo
 
viene a dirmi che ritorna
dove niente è più visibile-
fra gli alberi
 
con la fragilità che io immagino
degli angeli
quando spostano tra i fiori un buio d’aria
la fragilità degli angeli
Annunci