Tag

, , , , , , , ,

Alef  Bet Ghimel

Dio l’Altro- Noi

che portiamo l’acqua dal deserto

nella terza lettera dell’alfabeto

C’è un canale buio sotterraneo

che sbuca nella piccola cappella

di Quinta da Regaleira

appena fuori Sitra

È lì che ho ricordato di Zakor –

da un’acqua tra le rocce rosa

la propria parte dolce  e

Femmina, per l’unione dei gameti

fecondando fino ad esserti la sposa

Un fiato caldo dal deserto, l’Uomo,

risalito da quel pozzo, in cui sará

-dopo le statue dei guardiani

contendenti la conchiglia dei midolli-

spina dorsale, e battezzato

                                           Adam

sei alla luce  e quasi non ti accorgi

dell’orma tua più grande .della vergine.

nel percorso immacolato del compiuto

nella grotta dell’inizio

e di te stesso

nel ritorno non “ricordi” ?

Ti fai sposo. Le montagne

son di nuovo le montagne

Così ti ho sentito  risalire,

appena fuori Sitra,

supina ad aspettare,

dal tallone verso  le caviglie

incrociando sopra il cuore

per raggiungere la gola

pulsare al  canto interno 

dell’occhio luminoso

penetrarmi dal cervello fino al cielo

Sei nel foro delle lacrime Del mare

il radicale insieme della madre

unendo ciò che crea con chi nutre

Alef

Fai ponte tra l’istinto e il razionale

il due che dividendo non separa:

è il battito: il tuo bet che m’innamora 

l’alternanza con l’opposizione

il movimento che più amo di Zakor

l’inclinazione intima di un uomo

le disposizioni a donna del suo cuore

Su quella linea di separazione,

tra l’acqua e il legno ti  ho incontrato

nella mia propria pelle contro il seno

s’è chiuso il cerchio con le spalle

di Quinta da Regaleira sul tuo viso.

Quinta da Regaleira

Quinta da Regaleira,
vista da Gruta do Oriente para o Lago da Cascata.

Sintra, Portugal

Annunci