Tag

, , , ,

1

In alto

Dove s’incontrano le nuvole alle stelle

Hai perso i passi ai piedi,

Tra cosa e cosa il taglio ?

Per scavare l’anima

Così violentemente amante

Ogni profezia

Vibra incomprensibile

Assolvendo sofferenze

Nella mensa amara della notte

Ho abbassato gli occhi

Ho cantato all’indietro a scomparire

Danzando da distanze spaventose

E’ l’aria –questa-

Dove mi hai trovato Tu,

Sottile al Nostro sentire,

Come l’amore è solida

Sacra stretta nel giro del sole.

” Perché la limpidezza uccide?

Come possono fiocchi di neve

Da così lievi

Diventare una tormenta?” La stessa voce

Lo stesso sguardo, le mie semplici parole

Si sollevano

Dal tronco in controluce come braccia

Tagliando gli aquiloni in fondo al vento

Uniamo ancora i polsi per volare

Sulle dorsali fragili del tempo

Come abbiamo imparato a fare

Con la poesia

Sia benedetto il  Vuoto Suo

E il taglio in cielo che attraversa

Il nostro sguardo : è  uno spiraglio

Un al di là di dove sei

Passaggio continuo che concede la visione

Di un bisbiglio che non accade mai

Una volta sola, una sola volta per tutte.

Annunci