Tag

,

Istantanea 11 (25-06-2013 21-55)Chino il capo punta dal sole

 gli odori si fanno più forti

nel caldo totale del giallo

di festa. Stigma materno

luogo interiore.  Vuoto

sulla terra aperta a luci

da ripetuti sibili d’agosto

Parla piano

sussurra un augurio

pesante sul palmo

lo dispongo con cura

mentre ti muovi

insieme alla cose di casa

-quattro pareti e Ferragosto-

nel cestino di Sevres    ( che tu..)

l’amore è concreto

da dove ti scrivo  fa buio davvero

ma convince alla gioia :

che non basti quel poco

nella ore più avanti

che ci hanno divise

dagli alberi  ora

vado a portarti

in un punto preciso

l’acqua dei fiori

Annunci