Tag

,

S’innalzano fatali
persino negli anfratti
incolpevoli per la verità

                                  per la bellezza

Ailanti numinosi
come giovani anni di pensiero
camminando sullo strapiombo
del chiarore Mai definitivi
mordono polvere ad ogni costo e  sale
negli occhi di ciò che cresce
con gesti albini, rapidi per vicinanza
al nero. Del mondo aprendo
un varco -senza fare buchi raso terra-
dove la bellezza cede
nel paesaggio
                                    si vanno incontro
come in un cerchio hanno il modo
                       per sfiorare [ l’ll paradiso]

A cosa rassomigli per odore?
Ti smarrisco nella voce
mentre leggo. Versi  nella stanza 
il volto più fiorito visto mai
carezza
che propaga il tuo sapore
                                          tutto  ritrova
nel cuore della notte. Ammutolita
nel più alto cielo, gli occhi
in pace. Siamo
                                 sulle vette e il viso
la stessa cosa
L’insperato che continua
                              a crescere. Il figlio
lentamente
                                           a superarci

ROUND UP A - ©CHENG MING-HUI

Annunci