Tag

,

 

 

Respiro la formula del sangue,

prime vocali senza congedo, 

come  toccare gli alberi un cieco

la corteccia  a sentire luce

Lui canta all’indietro

Il colore della Voce

di là della volontà 

seduce,

ponte all’invisibile fissarlo,

ripeterlo.

Aprendo l’aria

ti accolgo

ininterrotta

nel  moto d’animale

intonazione

flesse corde prima del segnale

cantillazione

– una sola voce-

vaga sull’immagine

cercando un luogo

come la superficie il suono

dappertutto

-vocale muta-

ho scelto l’odore

dove finiva il canto

arrivando “da lontano”

le mani giunte

invito per le labbra

un trillo

tra due tekiah

e trenta  suoni

al timbroblu

immortale

 

 

Annunci