Tag

, , ,

         

Ti sposti

nell’avvicinamento del mancarsi

del raggiungersi

nella sera che va colmandosi di luce

ho visto l’acqua che tracima

farsi l’ll segno della croce

inginocchiandosi

nell’erba delle insenature

respirare con ogni ramo

per entrare

nella navata di chiarore

con tutto il corpo

come una candela guardo in cima 

difendendo  con il  palmo la fiammella

come chi va nel buio in alto

chiama le cose chiare sulla fronte

consumandosi il respiro

 -figlia del monte-

impregnata di questi valichi

d’appennino e di te

che misuri la mia terra

come un cervo

e lo fai con la luce

Annunci