Tag

, , , ,

Un respiro infrangibile congiunge

gli occhi del limite,senza mani

anche senza unirci

all’alba.ancora ti svegli

Mi hai sentito : piegare Rilke tra le crepe

farlo come accendo le candele

-come Isacco di Ninive-nel silenzio

un fruscio di chiaro sotto la porta :

è ancora nevicato-

immediata la contemplazione, raso terra

ricade nell’ombra, liscia

dove si contrae amata e amante

simultanea.come un bambino Io Vivo

[sfiorando gli estremi]

la lentezza E il corpo intero

ora che quasi non ci conosciamo

si crede in pace

Annunci