Tag

, , ,

Non posso vedere il respiro sepolto in cielo

Se l’ll mondo è andato via

c’è sempre la possibilità di salvare chi_ami

l’ll nome verso il bosco come fosse ancora qui

Pelle profonda portata tra le mani
 
nel caldo del sonno..
                              
 

-come una farfalla addormentata potesse vivere per sempre-
 
grembo vivo inserito dove manchi,in un albero
 
preservo nel colore la tua luce, dove l’acqua è promessa

Pensala mentre sale ! – mi dico – vieni a vedere, Amina…

sta bene presa dalla sera
 
come un bambino che si copre la faccia
 
mentre avanza e mi precede. nelle parole_casa
 
si espande il più piccolo dei miracoli
 
come la magia del Festspielhaus :
 
Minareti oscillanti. nella cecità
 
s’impregna nelle orecchie il suono
 
fa unica la fuga : come un flamingo scarlatto
 
di stupenda evidenza è così accanto
 
da rendere insopportabile tutta la distanza solo agli occhi
 
distinta come una lacrima che sta per lasciarli
 
sul pavimento,cammina ancora là,
 
come musica,
 
dove a sostenermi è il buio
 
Annunci